Campionato internazionale A.I.C.E.B: regolamento

CAMPIONATO INTERNAZIONALE   A. I.C.E.B.

                                    REGOLAMENTO A.I.C.E.B. Regole Campionato Internazionale (revisione 2015)

Articolo 1
COSTITUZIONE

-a) Questa prova è stata creata dal Club dell’ Epagneul Breton il 9 Aprile 1987, a Epieds-en-Beauce (Francia), originariamente sotto il nome di “Coppa Europa Epagneul Breton”, diventato poi “Campionato Europeo Epagneul Breton”.

-b) Quando il “Amicale Internationale des Clubs de l’Epagneul Breton” (A.I.C.E.B.) è stato fondato il 10 Aprile del 1996, a Nivelles (Belgio), il nome di questa prova è cambiato in ” Campionato Internazionale Epagneul Breton”. Questo è aperto a tutti i Club di Epagneul Breton ammesso dalla F.C.I. e l’iscrizione ad A.I.C.E.B. aggiornata in data precedente il campionato.

-c) Questo Campionato AICEB sarà organizzato ogni anno, per l’Epagneul Breton Club nel paese in cui sarà organizzata la Coppa Europea di razze da ferma continantali,  salvo specifiche difficoltà.

-d) In caso di specifiche difficoltà, il Consiglio di Amministrazione dell’ AICEB deciderà il luogo dove la prova sarà organizzata.

Articolo 2
OBIETTIVI

-a) Il campionato AICEB mira a selezionare l’ Epagneul Breton più efficiente a caccia, con uno stile più vicino possibile allo standard di lavoro della razza.

-b) Questa selezione è fatta per confrontare, durante la prova organizzato esclusivamente su pernici selvatici, la qualità dei cani dei paesi partecipanti, al fine di contribuire con una selezione del migliore soggetto e femmine per la riproduzione.

-c)Questa selezione considera anche le qualità morfologiche specifiche per riprodursi, per un controllo dei cani concorrenti prima della prova (incluso lo standard di razza). Questo controllo della morfologia sarà fatto il giorno prima dell’inizio della competizione, da una giuria di due o tre persone autorizzate a giudicare l’Epagneul Breton nelle prove ufficiali. Ogni cane sarà valutato da 0 a 20 determinando la sua conformità allo standard ufficiale FCI.

Articolo 3
TIPOLOGIA DI PROVA

-a) Il Campionato AICEB è una prova internazionale di primavera.

-b) Il Campionato AICEB ha una durata di due giorni.

-c) La versione più recente approvata da FCI Comitato Generale di “Official Rules and Bylaws for International Field Trial and International Hunting Tests for Continental Pointer” della FCI sarà applicato.

-d) La prova deve essere organizzata su pernici selvatiche. Un buon punto su un altro tipo di selvatico potrebbe essere considerato valido in alcune condizioni, ma il cane in questione deve avere comunque ottenuto un punto valido su pernici per poter essere messo in classifica.

-e) Il barrage per il CACIT, eventualmente, deve essere in coppia, sarà il vincitore tra tutti il CACT .

Articolo 4
SQUADRA CLUB NAZIONALE

-a) Per poter entrare in una squadra, il club deve essere membro del AICEB, e rinnovata la sua iscrizione il giorno prima del campionato. Qualsiasi paese che non avesse adempiuto a questo non può competere.

-b) Ogni paese deve essere rappresentato soltanto da una squadra di massimo quattro cani. Una squadra con un singolo cane può  raggiungere solo una classifica individuale.

-c) Un «cane di riserva» può essere inserito in squadra.  Deve quindi essere inserito nello stesso momento, come per i cani titolari della nazionale.

-d) Ogni nazione è libera nella composizione della propria squadra.

-e) Ogni cane che rappresenta la sua squadra nazionale, in termini di qualità “riserva” o titolare, deve essere controllato morfologicamente il giorno prima del campionato. Se mostra un difetto da squalifica, come definito nello standard N ° 95 FCI, potrà competere e manterrà i punti ottenuti, ma i risultati non entreranno nella somma dei punti per la classifica al Campionato AICEB  e neppure per la classifica individuale.

-f) saranno ammessi solo i cani di squadre nazionali che sono registrati da almeno sei mesi dal primo giorno del campionato da kennel club del loro paese e che sono di proprietà di una persona che vive nello stesso paese nello stesso tempo. Un cane che è stato un membro della squadra di una nazione non sarà mai ammesso, successivamente  membro di una squadra di qualsiasi un altro paese.

-g) Il responsabile di una squadra nazionale può cambiare la sua squadra in qualsiasi momento. Essa può, in particolare, decidere di sostituire un cane retrocesso da quello inserito in riserva. Questa decisione deve poi essere comunicata agli organizzatori almeno un’ora prima dell’inizio della prova. Questo ritardo è soppresso in caso di morte o lesioni di un cane titolare.

Articolo 5
REGISTRAZIONE

-a) Ogni anno, il club organizzatore informa le altre associazioni, al più tardi il 15 dicembre, circa le date e il luogo per il prossimo campionato AICEB. L’elenco delle associazioni sarà comunicato agli organizzatori da parte del presidente della AICEB. Nessun paese non menzionato in questa lista può essere accettato se non ha un precedente accordo con il presidente del AICEB.

-b) Il 30 gennaio, al più tardi, i club nazionali dovranno confermare la loro partecipazione (o la rinuncia) per il campionato per l’organizzatore, e informare sul numero di cani che intendono inserire nella loro squadra.

-c) La società organizzatrice confermerà al presidente AICEB 15 giorni prima del campionato, con l’ultimo elenco dei paesi partecipanti e il numero di cani inseriti da ciascuno di essi.

-d) Sette giorni prima dall’inizio della prova di campionato, la composizione delle squadre (tra cui il cane riserva) deve essere nota agli organizzatori, che trasmetteranno immediatamente al presidente della AICEB. Il presidente di ogni club nazionale dovrà fornire una certificazione scritta a mano e firmata che tutti i cani della sua squadra siano conformi alle condizioni di cui al 4f articolo) del presente regolamento.

– Anche le seguenti informazioni devono essere fornite:
1. Nome del cane – con affisso se c’è, genere, numero di registrazione del Kennel Club del registro nazionale, copia del certificato di identificazione (tatuaggio o microchip) menzionare il nome e l’indirizzo del proprietario del cane.
2. Nome, indirizzo, e la nazionalità del proprietario
3. Nome del propietario
4. Fotocopia della vaccinazione antirabbica valida

-d): Divieto di ingresso, nessuna iscrizione sarà accettata una volta trascorsi i termini di cui sopra. Nessun cane non identificato dal tatuaggio o microchip sarà permesso di partecipare.

Articolo 6
IMPORTO DEI PAGAMENTI

-a) L’importo della quota di iscrizione per ogni campionato AICEB sarà determinata annualmente dal ComitatoAICEB. Ora è di 100 euro per cane con un minimo di 200 euro per ogni squadra nazionale.

-b) Il pagamento delle tasse (massimo 4 = 400 €) deve essere fatto sul posto al club organizzatore e prima che inizi il sorteggio.

Articolo 7
PROVE

-a) Il numero di cani in competizione in ogni prova non deve essere inferiore a 8 e non superiore a 14.

-b) In caso di necessità, sarà costituita una o più batterie supplementari. Il club organizzatore e il Comitato AICEB assicurano di dividere i cani di ogni squadra in prove diverse ogni volta che sarà possibile. Il conduttore di più di un cane verrà inserito in un massimo di due prove. Il disegno sarà effettuata dal Consiglio della AICEB il giorno prima del primo giorno di gara. Saranno prima di distribuire i giudici in diverse serie. I motivi saranno esposti in seguito, e, infine, ci sarà un sorteggio dei cani e l’ordine della loro corsa.

-c) L’ordine è puramente indicativo. Il conducente che non sarà presente perché è sta facendo un’altra prova, avrà la sua corsa quando arriva sul posto, la giuria dovrà attendere per lui tutto il tempo necessario.

-d) Non ci sarà nessun sorteggio per la seconda giornata di campionato. Le giurie rimarranno sullo stesso terreno come il primo giorno. Ogni batteria di concorrenti cambierà campo e giuria seguendo questa procedura: la batteria 1 passerà con la giuria n ° 2,  la batteria 2 con la giuria n°3, la batteria 3 con la giuria n°4, ecc. L’ultima batteria passerà con la giuria n°1. L’ordine dei turni viene invertito rispetto al giorno precedente.

Articolo 8
GIURIA

-a) Le giurie saranno composte da altrettanti  giudici della nazione organizzatrice.
-b) Ogni membro del club AICEB fornirà al presidente dell AICEB un elenco da 1 a 6 giudici del suo paese qualificati per le prove di primavera. Questo permetterà di stabilire una lista di giudici abilitati a giudicare i Campionati dell’ AICEB per un periodo di tre anni rinnovabile.

-c) Il Presidente della’ AICEB sceglierà nella lista un numero di giudici sufficiente a garantire due giudici per batteria. Non ci sarà il Presidente di giuria. In caso di defezione di un giudice all’ultimo minuto il ComitatoAICEB procederà alla sua sostituzione dall’elenco fornito dal paese organizzatore. Anche in caso di sostituzione, non ci sarà mai più di due giudici del paese dell’organizzatore della giuria.

-d) Un giudice non può giudicare un cane di cui è stato proprietario o co-proprietario, o che ha addestrato o condotto, custodito o venduto entro sei mesi prima della competizione in cui è nominato come giudice, questo vale anche per i cani di proprietà di suoi familiari o del partner.

-e) La giuria per l’eventuale barrage per l’assegnazione del CACIT o per decidere tra i cani ammissibili per la vittoria individuale, una giuria sarà formata quando tutti i risultati della giornata saranno stati comunicati dal Presidente e dai due Vicepresidenti dell’ AICEB. Si eviterà, quando possibile, di nominare giudici delle nazioni i cui cani partecipano al barrage.

-f) Le spese di viaggio dei giudici saranno a carico dei club interessati come dal paragrafo (articolo 8 b).

– g) la AICEB si farà carico delle spese di viaggio per i membri del consiglio AICEB (tranne se un membro presenta uno dei suoi cani durante la gara)

-h) L’alloggio e le spese del ristorante dei giudici e il consiglio di AICEB saranno pagate dall’organizzatore dal giorno prima il primo evento per la mattina seguente l’ultimo.
 
 
Articolo 9
CLASSIFICA

-a) I punteggi vengono assegnati da ogni giuria a ogni cane che ha preso almeno un punto nel suo turno.

-b) Sulla base di queste note si farà una classifica individuale permettendo la determinazione di una classifica a squadra.

CACT + CACIT = 14 pts

CACT + Riserva CACIT vinti = 13 pts

CACT = 12 punti

RCACT = 11 punti

1 ° Eccellente = 10 punti

2 ° Eccellente = 9 punti

Eccellente = 7 punti

Molto buono = 4 punti

Buono = 2 punti

Classificazione Dal team:

-a) Per qualificarsi nella classifica a squadre, la nazione deve aver ottenuto almeno due classifiche con due cani diversi. Se la squadra ha solo due cani, la condizione è ridotta a due classifiche senza richiedere il numero di cani classificati.

-b) I punti totalizzati dai cani di ogni squadra nazionale determinerà poi la classifica della squadra. La squadra con il maggior numero di punti sarà dichiarata Campione AICEB per l’anno in corso. La squadra arrivata seconda sarà dichiarata vice-Campione dell’ AICEB. In caso di parità di punteggio, la squadra con più singoli classificati sarà designata. Nel caso in cui ci dovrebbe essere ancora la parità, la determinazione sarà secondo la squadra che ha ottenuto il massimo dei punti durante il controllo morfologico.

Classificazione Individuale:

I punti totalizzati da ciascun cane nei due giorni di gara permettono una classifica individuale.  Il cane che ha il punteggio più alto è dichiarato vincitore individuale del Campionato AICEB. Il cane secondo posto è Vice-Vincitore del campionato AICEB. In caso di parità, un barrage come previsto dall’articolo al 8 e) determineràil vincitore.
 
 
Articolo 10
PREMI

La loro attribuzione è lasciata alla discrezione della società organizzatrice. Tuttavia, un premio speciale sarà obbligatoriamente assegnato alla femmina che ha ottenuto il maggior numero di punti durante il Campionato. Questo premio speciale designerà così la miglior femmina del Campionato .
E ‘il Comitato AICEB che consegnerà i premi ai vincitori individuali e di squadra.

AICEB pagherà, su richiesta del club di organizzatore e previa presentazione di un documento contabile, il contributo di 120 € per la fornitura del premio.
 
Articolo 11
MANIFESTAZIONI ANNESSE AL CAMPIONATO DELL’ AICEB

Se possibile, la società organizzatrice farà in modo che il Campionato dell’ AICEB  sia  preceduto o seguito da altre prove (lavoro e / o bellezza) aperta a tutti gli Epagneul Breton di tutte le nazioni presenti sul posto.

Queste regole annullano e sostituisce tutte le regole precedenti.

Marchena, on 12 february 2015
 
Christian GUNTHER,  President                            
Gianluca PASQUALETTI, Vice president                                 
Giuseppe MOLINARI, Vice-president                                   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *